• Eleonora D’Agostino

Profumatore alla Salvia

Ovvero: come riciclare una potatura


Come tutte le mattine, anche oggi mi sono dedicata un po' alle mie adorate piante.Nello specifico, ho potato la salvia, che si sta facendo sì bella rigogliosa, ma va contenuta prima di invadere anche il balcone del vicino...


Mentre tagliuzzavo che neanche Edward Mani di Forbice, mi sono ritrovata a stringere in mano quelle foglioline un po' gialle, macchiate e striminzite che andavo togliendo. A quel punto non ho potuto fare a meno di pensare a quanto fossero profumate: in fondo mi spiaceva buttarle così.


Quindi ho deciso di tentare un esperimento veloce. Le ho messe semplicemente a bollire in un dito d'acqua, che dopo pochi minuti ha assunto un colore ambrato, mentre l'ambiente si è saturato di un profumo intenso e irresistibile.


Dunque ho spento la fiamma, aggiunto una goccia di olio essenziale di bergamotto e legno di cedro e ho aspettato che il composto si raffreddasse prima di rimuovere le foglie e versarlo in un piccolo vaporizzatore.Non sarà Chanel, ma a costo zero ho ottenuto dell'acqua alla salvia che, per inciso, è piena di proprietà:

rilassa

aiuta durante i dolori da ciclo

cicatrizza

Insomma, come sempre nel riciclo, minimo sforzo e massima resa!